3i - Internazionalizzazione Italiani in Izmir 

lunedì 8 novembre 2010 17:58:00

                                        

3i- Internazionalizzazione Italiani in Izmir

Scarica la locandina

Scarica l'opuscolo del progetto

AMBITO D’INTERVENTO:

Paese fuori U.E.- Turchia (IZMIR)

 

 TIPOLOGIA D’INTERVENTO:

Interventi per la formazione professionale degli italiani residenti in Paesi non appartenenti all’Unione Europea

 

 DESTINATARI DELL’INTERVENTO: 

Italiani residenti all’estero - occupati

 

 AREA TERRITORIALE:

Turchia (IZMIR)

 

Partnership di sviluppo: Raggruppamento Temporaneo di Scopo (RTS)

Soggetto capogruppo dell’ RTS: GAL Marsica srl

Membro dell’RTS:Organik Holding – Anonim Sirketi

Membro dell’RTS:AITEF PUGLIA

Membro dell’RTSPromoter srl

 

SCHEDA PROGETTO :

 

 

Motivazioni

Nell’internazionalizzazione delle imprese è necessario monitorare i processi produttivi/distributivi e le tendenze di mercati che cambiano rapidamente, ma anche saper definire le sequenze commerciali, valorizzandole attraverso l'indicazione di opportune strategie finanziarie e saper muoversi nei rapporti con le altre imprese e le reti di commercializzazione. La formazione degli imprenditori è fondamentale nel perseguire il successo delle attività di piccole, medie e grandi dimensioni.

La cooperazione con l’Italia offre la possibilità di stabilire rapporti con le imprese, sia nella fase di preparazione formativa, sia nella fase di start-up delle azioni d’impresa, sia nei rapporti di marketing internazionale che consentirebbero un legame proficuo e duraturo tra i partner cooperanti.

 

 

Obiettivo Generale

L’obiettivo generale sarà la promozione dell’innovazione fra le PMI italiane in Turchia attraverso un’offerta formativa finalizzata all’innalzamento delle competenze per operatori capaci di riorganizzare le strategie aziendali compiendo operazioni e percorsi di diversa complessità, che richiedono conoscenze e risorse specifiche in relazione ai cambiamenti produttivi e di mercato e nella scelta strategica all’interno del mercato globale.

Il percorso formativo si propone l'obiettivo di formare per le professioni previste nella gestione dei processi di internazionalizzazione, sia in chiave strategica che tecnica, che sono sempre accompagnati da una specifica comunicazione di impresa. La costruzione di una rete partenariale e di cooperazione tra l’Italia e la Turchia sarà di fondamentale importanza per il consolidamento e l’implementazione dei diversi mercati nazionali e per la collaborazione imprenditoriale che sancisce anche rapporti di amicizia internazionale.

 

Obiettivo Specifico

Nello specifico i segmenti del percorso formativo permetteranno di:

  • Far comprendere la nascita, il funzionamento e la tenuta di un’impresa, erogando una formazione di tipo manageriale che consolidi le esperienze formative e professionali pregresse e che sia fondamentale per l’organizzazione e la gestione dei profili professionali più richiesti dai settori produttivi, in un’ottica di apprendimento lungo tutto l’arco della vita
  • Tener conto delle scelte strategiche di medio-lungo termine fatte dalle imprese evidenziando i punti di forza e di debolezza, le opportunità e le minacce che i mercati esteri presentano e la valutazione di particolari fattori esterni all’azienda, quali la distanza dei mercati da servire, la loro importanza, la tipologia della clientela, l’organizzazione della concorrenza, il livello di integrazione economica tra i mercati.
  • Sviluppare capacità e competenze finalizzate all’internazionalizzazione delle imprese, considerando le caratteristiche dei paesi cooperanti e promuovendo l’immagine del lavoro e dei mercati di nazioni diverse ma unite nella promozione delle proprie aziende, anche attraverso una comunicazione efficace.

 

 

Attività

Il modello di formazione adottato, attraverso la simulimpresa, si svilupperà attraverso:

  • Formazione per sviluppare/sostenere la nascita di un’impresa
  • Formazione per la tenuta, il supporto e lo sviluppo di piccole imprese già esistenti
  • Formazione per l’implementazione di medie/grandi imprese

Prototipo di azienda. È necessario individuare le aziende reali, rappresentative dei tessuti economici locali che fungono da modelli di studio e di formazione. Nella prima fase del progetto gli enti partner faranno da supporto a quest’azione.

Le aziende scelte come punto di riferimento saranno l’esempio a cui ispirarsi per costruire un’azienda propria, potenziare un’impresa già esistente, implementare un’impresa di medie/grandi dimensioni. Questa fase favorisce il rapporto con l’esterno e il territorio. Tutto va però mediato dagli insegnanti, in rapporto alla situazione dei partecipanti, in linea con la  formazione e orientamento del progetto. La metodologia didattica prevista si avvarrà di simulazione di impresa per sviluppare, anche a distanza e successivamente in presenza attraverso gli stage,una formazione dinamica per cultura d’impresa.

  1. Lavoro cooperativo. Questo insieme di attività deve garantire l’autonomia del partecipante: attivare il senso di responsabilità e favorire la collaborazione. I partecipanti dovranno infatti lavorare in équipe, sviluppando capacità propositive e di autoformazione. La capacità propositiva è, ad esempio, il saper organizzare riunioni aziendali, attivare strategie economiche-commerciali, sapere risolvere problemi: ciascun partecipante illustra agli altri cosa fa nel posto di lavoro, i problemi che incontra e le sue proposte per risolverli.

Verrà simulata un’impresa dalla nascita, al potenziamento, al successo commerciale: attraverso un’aula che si trasformerà in un laboratorio di impresa dove verranno simulati:

Dipartimento AMMINISTRATIVO

Dipartimento COMMERCIALE

Dipartimento TECNICO-PRODUZIONE

Lo stage nelle aziende sarà utilizzato per ottimizzare quanto appreso nel laboratorio di impresa.

 

DESTINATARI

 

Gli interventi potranno riguardare lavoratori:

  • occupati (imprenditori, dipendenti, lavoratori autonomi, operatori economici);

Gli interventi potranno riguardare, inoltre, i cittadini italiani in età adulta in cerca di prima occupazione.

 

 

Contesto territoriale in cui si realizzerà la proposta progettuale

 

Turchia:

Le attività formative si realizzeranno a Izmir, principalmente presso Organik Holding , che da anni svolge attività formativa, rivolta anche agli italiani all’estero. La presentazione del corso verrà fatta presso opportuna e prestigiosa sede d’intesa con la nostra ambasciata/consolato, alla presenza delle maggiori autorità locali e delle rappresentanze italiane, sia istituzionali che imprenditoriali e sociali. La metodologia didattica adottata permetterà il contatto continuo con le imprese attive degli italiani in Turchia, che ospiteranno una parte dello stage previsto dalle attività corsuali.

Italia:

Il GAL Marsica, capogruppo RTS ed ente accreditato dalla Regione Abruzzo, ospiterà le attività di stage previste per la formazione in Italia. Il corso verrà presentato ufficialmente in un convegno presieduto dalle autorità regionali e con il coinvolgimento delle autorità turche in Italia, anche per cementare l’amicizia tra i due paesi e sviluppare maggiori rapporti sociali e commerciali.    

 

 

Caratteristiche dei destinatari

 

 

È stata condotta un’analisi sui fabbisogni formativi degli italiani residenti in Turchia da cui è emerso che la richiesta di formazione, rivolta agli occupati, è quella relativa allo sviluppo e alla internazionalizzazione delle imprese puntando allo sviluppo di imprese di servizi operanti nel campo dello sviluppo locale e della valorizzazione del commercio (al dettaglio e all’ingrosso), delle produzioni tipiche e di nicchia, dell’artigianato tipico e del turismo italiano e mondiale. Si punta dunque allo sviluppo d’impresa ottimizzando le conoscenze tecnologicamente piu avanzate e soprattutto l’uso delle piattaforme informatiche come l’e-commerce. L’impresa che verrà simulata nel corso partirà dunque dalla fase della promozione del marketing delle strategie aziendali e del personale per arrivare alla fase della commercializzazione attraverso l’import export in ogni forma, realizzando così una forma di agenzia di sviluppo locale che dalla turchia guardi verso l’Italia e gli altri paesi europei.

: alfabetizzazione informatica e utilizzo degli strumenti tecnologicamente avanzati (internet, uso dello scanner, utilizzo piattaforma commerciale elettronica in e-commerce, ecc…), strategie di marketing e comunicazione aziendale, approfondimento della lingua italiana soprattutto per gli aspetti tecnici, internazionalizzazione dell’impresa, import-export, sicurezza negli ambienti di lavoro, sviluppo di certificazione di processo di qualità in azienda, ecc… saranno le materie da analizzare e da approfondire.

Idestinatari degli interventi sono occupati che, integrati socialmente nella realtà turca scontano anche, rispetto alla realtà italiana, una realtà locale tecnologicamente meno avanzata e carente sotto l’aspetto formativo.